l'Anima Persa

Storie, di giocatori, fatti, quest, strettamente RPG
Rispondi
Avatar utente
Nis
Errante
Errante
Messaggi: 4002
Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:14 pm
Località: Naiti

l'Anima Persa

Messaggio da Nis » mer lug 12, 2006 11:11 pm

Non so neanche io perche' sono qui. Sento solo che qualcuno mi sta chiamando. Sento che qualcuno mi cerca dal momento in cui mi ritiene persa...
Ricordo poco, tutto come un sogno, un sogno lontano. Nella mia mente risuona una voce costante e delle parole di cui non riesco a comprendere il senso.
Presto mi rendo conto di essere solo un anima senza pace...

Non sapevo dove andare, non capivo il senso della mia esistenza, sapevo solo di essere un anima alla ricerca di chissa' cosa o forse cercata da chissa' chi. Non era ancora sera quando mi soffermai presso un campo nel quale notai alcuni sepolcri, e mentre donavo un fiore ad ognuno di essi, qualcosa aveva attratto la mia attenzione... una tomba con un crocifisso
azzurro e due fiori, un giglio ed un crisantemo. Ad un tratto la figura di una ragazza mi apparve, era bella e vestita con abiti di un blu intenso ma il suo volto sembrava triste e il suo sguardo era spento. Io cercai di parlarle ma lei non rispondeva, le sorrisi ma lei rimase li immobile. Pensai di andarmene quando capii che tra me e quella ragazza c'era un legame profondo ed io non riuscivo a lasciare quel posto.
E mentre la guardavo notai che portava un bracciale con dei caratteri incisi che si illuminavano di luce azzurra dai quali riuscii a leggere solo un pezzo di una frase... "...che io torni da dove son venuta..."
Sebbene in un primo momento mi sembravano parole senza alcun signifacato, qualcosa illumino' la mia mente e capii.
E cosi' mentre lei rimase li assente io le promisi che sarei tornata e le avrei portato la sua anima perduta, pero' avrei avuto bisogno di tempo, il tempo per cercare la sua essenza.
E fu notte e mi addormentai ed al mio risveglio intrapresi il mio viaggio ma subito mi accorsi che intorno a me qualcosa era cambiato, mi girai intorno ma piu' nulla era come prima e mi resi conto che quello che cercavo non esisteva piu. Non c'erano piu strade, non c'erano piu uscite, non c'era piu
la luce del giorno e non c'era piu la notte come se il mondo si fosse fermato in quell'istante. Ritornai al sepolcro per cercare quella ragazza, aspettai li' a lungo ma lei non tornava. Notai che anche quel posto non era piu come il giorno prima ma sembrava che fossero passati anni ed anni, di quei due fiori non c'era piu traccia, nemmeno un petalo appassito e mentre ero li' a contemplare cercando di capire, tra le mie mani mi ritrovai
due fiori, un giglio e un crisantemo. In quell'istante ricordai il mio passato, capii che quella ragazza fu soltanto un illusione, il ricordo di un sogno mai realizzato, e che adesso era troppo tardi per tornare indietro.

Come la pioggia... come il vento...
la mia mente si perde nei ricordi di un tempo...
il mio cuore piange nel silenzio della notte...
la mia anima si risveglia... come sempre... a Mezzanotte...


PS:il pg vorrei rimanga anonimo dal momento che ora non esiste piu'.
Ultima modifica di Nis il lun ago 07, 2006 9:04 pm, modificato 4 volte in totale.
Tutto convive nello stesso spazio, ogni evento nella sua dimensione
Le energie si alternano, si dissolvono e si fondono nel medesimo istante
L'ordine e il caos si sostengono a vicenda creando un nuovo equilibrio in una nuova terra
Il tuo viaggio è appena iniziato, alla scoperta di ciò che ti appartiene, ed è soltanto tuo
E seguendo gli elementi e le circostanze in cui la tua anima è riflessa troverai il potere a te dovuto

Avatar utente
Shevron
Apprentice
Apprentice
Messaggi: 64
Iscritto il: mer mar 15, 2006 7:48 pm
Località: Vercelli

Messaggio da Shevron » gio lug 13, 2006 12:25 am

Ho apprezzato molto il racconto e la minipoesia alla fine è molto bella
Complimenti Nadir :)
Ultima modifica di Shevron il gio lug 13, 2006 7:00 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Gorash
Grande Eroe
Grande Eroe
Messaggi: 669
Iscritto il: lun mar 27, 2006 9:10 pm
Località: Casale Monfarrato -AL-

Messaggio da Gorash » gio lug 13, 2006 4:19 pm

il racconto è carino, la poesia finale è spettacolare, mi piace un sacco!

Gorash
Tutto quello che hai fatto verrà disfatto,
tutto quello che hai costruito verrà distrutto,
e quando avrai finito, sarai finito!

Avatar utente
Nis
Errante
Errante
Messaggi: 4002
Iscritto il: lun mar 13, 2006 8:14 pm
Località: Naiti

Messaggio da Nis » gio lug 13, 2006 11:31 pm

in effetti non e' un racconto... solo una storia di backgroud, d'altra parte la persona in questione e' soltanto chi racconta.
cmq grazie per i complimenti per la "poesia" che cmq era la descrizione del personaggio:D
Tutto convive nello stesso spazio, ogni evento nella sua dimensione
Le energie si alternano, si dissolvono e si fondono nel medesimo istante
L'ordine e il caos si sostengono a vicenda creando un nuovo equilibrio in una nuova terra
Il tuo viaggio è appena iniziato, alla scoperta di ciò che ti appartiene, ed è soltanto tuo
E seguendo gli elementi e le circostanze in cui la tua anima è riflessa troverai il potere a te dovuto

Avatar utente
Ash
Eroe
Eroe
Messaggi: 535
Iscritto il: lun mar 13, 2006 6:12 pm
Località: Lucera

Messaggio da Ash » gio ott 12, 2006 2:11 pm

Albatross ha scritto:in effetti non e' un racconto... solo una storia di backgroud, d'altra parte la persona in questione e' soltanto chi racconta.
cmq grazie per i complimenti per la "poesia" che cmq era la descrizione del personaggio:D
io me lo ricordo.
"Dio è morto, Marx è morto e anch'io non mi sento tanto bene"

W. Allen

Rispondi